Ogni Piccola Cosa – Raf

20 06 2011

Informazioni sul testo:

  • Artista ed interprete: Raffaele Riefoli (in arte Raf);
  • Album: Numeri;
  • Anno di pubblicazione: 2011;
  • Genere: Pop;
  • Premi vinti: nessuno;
  • Sito ufficiale dell’artista: http://www.raf.it/.
Il testo
OGNI PICCOLA COSA
Io non capisco la gente, non so dare un senso a quello che fa
Io non so orientarmi e spesso mi perdo nel ventre di questa città
Tra milioni di cose che non conosco e nemmeno so dare un perché
Io so dirti ogni cosa, ogni piccola cosa di te
Io non sapevo guardare in fondo alle storie neanche alla mia
E così nella memoria restavano pagine scritte a metà
Quando gli altri dicevano che ero enigmatico
Tu eri quella che  che capiva ogni cosa, ogni piccola cosa di me

E non c’è ricchezza né vera gioia
Per chi ama il possesso e cerca gloria
Su questa terra di grandi inganni
Son le piccole cose che non vorrei perdermi mai
Per nessuna ragione al mondo

Per tutto il tempo io mi innamorerò mille altre volte di te
Sotto un cielo di rose e polvere di stelle

Perché non c’è ricchezza né vera gioia
Se insegui il successo e cerchi gloria
Su questa terra di grandi illusi

Io non capisco la gente, non so dare un senso a quello che fa
Tra milioni di cose che non conosco e nemmeno so dare un perché
Io so dirti ogni cosa, ogni piccola cosa di te.

Annunci




Mai Del Tutto – Raf

19 06 2011

Informazioni sul testo:

  • Artista ed interprete: Raffaele Riefoli (in arte Raf);
  • Album: Numeri;
  • Anno di pubblicazione: 2011;
  • Genere: Pop;
  • Premi vinti: nessuno;
  • Sito ufficiale dell’artista: http://www.raf.it/.
Il testo
MAI DEL TUTTO
Ho cercato il mio confine
Superando il limite
Ho scritto la parola “fine”
Ma è una parola che non c’è
Se l’inizio è la certezza
Di contare fino a tre
Dopo è solo insicurezza
E non sempre va da sé
e mentre il tempo affonda il passo
io mi ritrovo qui lo stesso
con tutto quello che non voglio
la colpa, l’ansia ed ogni sbaglio
Certe porte non si chiudono mai del tutto
Certi fuochi non si spengono mai del tutto
Certe storie non si scrivono mai del tutto
Certi amori non si fermano mai

Siamo tra la terra e il vento
E abbiamo tante strade
Per viaggiare in tutto il mondo
O chissà dove

Ognuno dentro i suoi universi
Siamo tessere di un puzzle che
Non è facile comporre
Tenerlo insieme
Ma il fuoco che mi accende dentro
È più forte anche del tempo

Certe porte non si chiudono mai del tutto
Certi fuochi non si spengono mai del tutto
Certe storie non si scrivono mai del tutto
Certi amori non si fermano mai

Sai dirmi che vuol dire
Cominciare per finire
Ma se non è finito niente
Forse è solo nella mia mente
Ancora
Quali porte avresti chiuso
Quali fuochi avresti spento
Che scriverai, chi fermerai

Certe porte non si chiudono mai del tutto
Certi fuochi non si spengono mai del tutto
Certe storie non si scrivono mai del tutto
Certi amori non si fermano mai

Certe porte non si chiudono mai del tutto
Certi fuochi non si spengono mai del tutto
Certe storie non si scrivono mai del tutto
Certi amori non finiscono mai, mai.





Il Mio Scenario – Raf

19 06 2011

Informazioni sul testo:

  • Artista ed interprete: Raffaele Riefoli (in arte Raf);
  • Album: Numeri;
  • Anno di pubblicazione: 2011;
  • Genere: Pop;
  • Premi vinti: nessuno;
  • Sito ufficiale dell’artista: http://www.raf.it/.
Il testo
IL MIO SCENARIO
Pioggia cola sui vetri
Sulle tue tracce rimaste lì
A scolorire il fondo all’orizzonte
E le sagome spoglie degli alberi
Cosa succederà, cosa mai cambierà
Il mio scenario

Una vita riflessa
in un vetro di pioggia
Come in quella scommessa
Che hai fatto ma non sai quando
Forse nell’attimo esatto
In cui gli hai detto “lo amo”
E non c’è perdono per chi
È in vantaggio ma non ne hai il coraggio

Oggi io non ci penso
Non più di quanto tu lo farai
Apparecchiando lenzuola candide e tese
Un po’ ricurve negli angoli
Cosa succederà, cosa mai cambierà
Il tuo scenario

Una vita riflessa
In un vetro di pioggia
Come in quella scommessa
Che hai fatto ma non sai quando
Forse nell’attimo esatto
In cui gli hai detto “lo amo”
E non c’è perdono per chi
È in vantaggio ma non ne ha il coraggio

Non sai quando
Forse nell’attimo esatto
In cui gli hai detto “lo amo”
E non c’è perdono ma oggi
Anche in svantaggio troverei il coraggio

Oggi io non ci penso
Però ti sento anche da qui.





Vertigine – Raf

18 06 2011

Informazioni sul testo:

  • Artista ed interprete: Raffaele Riefoli (in arte Raf);
  • Album: Numeri;
  • Anno di pubblicazione: 2011;
  • Genere: Pop;
  • Premi vinti: nessuno;
  • Sito ufficiale dell’artista: http://www.raf.it/.
Il testo
VERTIGINE
Ultimo piano di quel grattacielo di plastica
Così alto che è estate eppure nevica
Trovo le luci accese
Dove sei, mi aspetti, sei andata via
Devi prendere ancora qualcosa
Prendi pure me
Mettimi tra i tuoi ricordi e ci sarò
Se un giorno ti mancassi un po’
Io lo farò

Quante tempeste di emozioni
Più del nostro tempo insieme
Incurante io potrei lasciarmi andare
E cadere nel vuoto senza farmi male
Ma mi accorgo che senza di te
Il vuoto è una vertigine

Come i negozi è chiuso anche il sole domenica
Siamo in piena estate ma in questa casa nevica
Ecco perché il tempo è solo un’invenzione stupida
Tu continui a piovermi nell’anima
E nessun rifugio mi riparerà

Quante tempeste di emozioni
Più del nostro tempo insieme
Incurante io potrei lasciarmi andare
E cadere nel vuoto senza farmi male
Ma mi accorgo che senza di te
Sono vulnerabile dentro una vertigine
Dentro una vertigine senza di te

Incurante io potrei lasciarmi andare
E cadere nel vuoto senza farmi male
Ma mi accorgo che senza di te
Sono vulnerabile dentro una vertigine
Dentro una vertigine senza di te, senza di te.





Un Tempo Indefinito – Raf

18 06 2011

Informazioni sul testo:

  • Artista ed interprete: Raffaele Riefoli (in arte Raf);
  • Album: Numeri;
  • Anno di pubblicazione: 2011;
  • Genere: Pop;
  • Premi vinti: nessuno;
  • Sito ufficiale dell’artista: http://www.raf.it/.
Il testo
UN TEMPO INDEFINITO
Ho viaggiato consumando notti insonni
Oltre lembi di orizzonti inaccessibili
E mi son sentito immensamente solo
In mezzo a folle interminabili
Ho sfidato anche la sorte scommettendo su me stesso
Ma se ho vinto o perso non importa adesso
Perché il mio disincanto si disintegra nel vento
Quando tu ci sei soltanto

Io che sono vivo per poter sognare
Fino in capo al mondo ti inseguirei
Per poterti amare per vederti
E poterti dire

Qui e ovunque sei
Qui e ovunque sarai
Resterai un tempo indefinito
Che sia soltanto fino a sera
O finché l’alba nascerà
Resterai nell’anima
almeno per un’altra eternità

Il tuo nome ho urlato
rincorrendo un treno in partenza
per poi perdermi da solo in una stanza
e mi son sentito come un eremita
in mezzo al traffico di questa città

E se amor ch’a nullo amato amar perdona
alla porta dell’inferno busserei
per poterti amare per vederti
e poterti dire

Qui e ovunque sei
qui e ovunque sarai
resterai un tempo indefinito
perché non c’è un solo istante
senza questo amore grande
senza età

L’orologio si è fermato qui
e non c’è ieri né domani
abbracciami

Resterai un tempo indefinito
come l’immagine di un’unica
sequenza ripetuta
resterai nell’anima
chissà per quante altre eternità.





Controsenso – Raf

18 06 2011

Informazioni sul testo:

  • Artista ed interprete: Raffaele Riefoli (in arte Raf);
  • Album: Numeri;
  • Anno di pubblicazione: 2011;
  • Genere: Pop;
  • Premi vinti: nessuno;
  • Sito ufficiale dell’artista: http://www.raf.it/.
Il testo
CONTROSENSO
Dove vai? Cosa vuoi?
Pensaci non lo sai
Fermati sta scattando il tuo semaforo
Correre per correre non permette di raggiungere

Se la speranza del rispetto sociale
È l’autovelox che ci fulminerà
Un senso più virtuoso e meno virtuale
Non tornerà, tornerà mai più

Per ogni stella che accendi in te
Per tutti i cieli dell’universo
Un uomo perso ritorna in sé
Viaggiando controsenso al senso che c’è

Per ogni luna che sorgerà
Sui planisferi del mio silenzio
Per quel che penso e che non sarà
Controsenso mai, mai, mai

Siamo qui così sia
Fragili dentro la rete sotto una scia
Ora libera tutto il tuo amore
Ognuno daella vita ha il senso che vuole
Che gli darà, gli darà di più

Per ogni luna che sorgerà
Sui planisferi del mio silenzio
Per quel che penso e che non sarà
Non sarà mai, mai, mai

Controsenso perché
Quando un senso non c’è
Cerco un senso per me

Per ogni stella che accendi in te
Per tutti i cieli dell’universo
Un uomo perso ritorna in sé
Viaggiando sempre controsenso al senso che c’è

Per ogni luna che sorgerà
Sui planisferi del mio silenzio
Per quel che penso e che non sarà
C’è un altro uomo che rinascerà

Per ogni stella che accendi in te
Per quel che penso non sarà
Un controsenso.





Oltre Di Noi – Raf

17 06 2011

Informazioni sul testo:

  • Artista ed interprete: Raffaele Riefoli (in arte Raf);
  • Album: Numeri;
  • Anno di pubblicazione: 2011;
  • Genere: Pop;
  • Premi vinti: nessuno;
  • Sito ufficiale dell’artista: http://www.raf.it/.
Il testo
OLTRE DI NOI
Non potevamo sapere che prima o poi
Avremmo perso la nostra scommessa
Contro l’abitudine
Perché il tempo è un immenso respiro
Più grande di noi
Ma ogni corsa sul mare con te
Non potrà mai finire
Mentre un cielo che sgocciola
Lividi in cambio di attimi
Come centesimi per non illuderci.

Oltre di noi forse non c’è
Forse è questo silenzio o soltanto
Dipende da me
Ma ci sarà di più
Oltre un perdono smarrito in un angolo
E non vorrei fuggire mai
Da questo attimo.

Si può cambiare

Restando convinti che mai
Sarà che mai è un concetto del tempo
Che mai si può dire
Giù dal cielo continuano a piovere
Raffiche di anima
Gocce che brillano.

Oltre di me oltre di noi
Camminando per strade di vento
Se anche tu lo vuoi
Forse sarà di più
Di quel perdono smarrito in un angolo
Un’attesa un pensiero in un giorno che va
La speranza il silenzio l’immensità.

Oltre di noi davvero
E perdermi
Nel tuo respiro
E non saprai perché
Ti sembrerà bellissimo
Quello che c’è
Oltre di noi, oltre di me, oltre di noi.