L’Odore Del Sesso – Ligabue

31 07 2010

Informazioni sul testo:

  • Artista ed interprete: Luciano Ligabue;
  • Album: Miss Mondo ’99; Secondo Tempo;
  • Anni di pubblicazione: 1999; 2008;
  • Genere: Rock;
  • Premi vinti: Premio Lunezia 2000.

Il testo

L’ODORE DEL SESSO

Si fa presto a cantare che il tempo sistema le cose
si fa un po’ meno presto a convincersi che sia così
io non so se è proprio amore: faccio ancora confusione
so che sei la più brava a non andarsene via

Forse ti ricordi
ero roba tua
non va più via l’odore del sesso che hai addosso
si attacca qui all’amore che posso che io posso

E ci siamo mischiati la pelle, le anime, le ossa
ed appena finito ognuno ha ripreso le sue
tu che dentro sei perfetta
mentre io mi vado stretto
tu che sei la più brava a rimanere mania

Forse ti ricordi
sono roba tua
non va più via l’odore del sesso che hai addosso
si attacca qui all’amore che posso che io posso
Ti dico solo non va più via davvero
non va più via nemmeno se…
non va più via.

Annunci




Ti Sento – Ligabue

31 07 2010

Informazioni sul testo:

  • Artista ed interprete: Luciano Ligabue;
  • Album: Fuori Come Va?; Secondo Tempo;
  • Anni di pubblicazione: 2002; 2008;
  • Genere: Rock;
  • Premi vinti: nessuno.

Il testo

TI SENTO

Ti sento nell’aria che è cambiata
che anticipa l’estate
e che mi strina un po’
io ti sento passarmi nella schiena
la vita non è in rima
per quello che ne so

Ti sento nel mezzo di una strofa
di un pezzo che era loffio
ed ora non lo è più

Io ti sento lo stomaco si chiude
il resto se la ride appena ridi tu

Qui con la vita non si può mai dire
arrivi quando sembri andata via
ti sento dentro tutte le canzoni
in un posto dentro che so io

Ti sento
e parlo di profumo
t’infili in un pensiero
e non lo molli mai
io ti sento
al punto che disturbi
al punto che è gia tardi
rimani quanto vuoi qui con la vita non si può mai dire
arrivi quando sembri andata via
ti sento dentro tutte le canzoni
In un posto dentro che so sempre io

Io ti sento c’ho il sole dritto in faccia
e sotto la mia buccia
che cosa mi farai.





Il Cuore Muove – Marco Carta

31 07 2010

Informazioni sul testo:

  • Artista ed interprete: Marco Carta;
  • Album: Il Cuore Muove;
  • Anno di pubblicazione: 2010;
  • Genere: Pop;
  • Premi vinti: nessuno.

Il testo

IL CUORE MUOVE

Quanti giorni spesi spalle al mondo
per un dolore che è così profondo
non avevo mai sentito neanche per metà
e come un naufrago sonnambulo come un pugile in un angolo
non avevo una speranza una diversa volontà
ma poi la vita cambia giro e tutto il gelo se ne va
e ritorna quel respiro che solo amando puoi sentire

Come un soffio di aria pura, come un vento di primavera,
come un onda che trascina via le mie paure
come terra in mare aperto o sorgente nel deserto
come applauso in un concerto che il cuore muove

E così riprendo fame e fiato cammino scalzo sopra un prato
e mi sento ritrovato quasi come nato qua
proprio quando io cadevo nella mia vertigine
e mi son sentito vivo per l’amore che con te sentivo

Come un soffio di aria pura come un vento di primavera
come un onda che trascina via le mie paure
come acqua trasparente come quello che è per sempre
come un bacio tra la gente che il cuore muove

Senza avere più peso o gravità per quest’intensità che ho dentro è come un’onda che va già
che va già, che va già, che va già, il cuore muove
come terra in mare aperto o sorgente nel deserto come un applauso in un concerto che il cuore muove.





HAPPY HOUR – LIGABUE

29 07 2010

Informazioni sul testo:

  • Artista ed interpreti: Luciano Ligabue;
  • Album: Nome E Cognome; Secondo Tempo;
  • Anni di pubblicazione: 2005; 2008;
  • Genere: Rock;
  • Premi vinti: decimo singolo più venduto nel 2006.

Il testo

HAPPY HOUR

Dicono che tutto
sia comunque scritto
quindi tanto vale che non sudi
nasci da incendiario
muori da pompiere

dicono che devi
proprio farti fuori
se vuoi fare il rock in qualche modo
che ti portiamo i fiori
lì nei cimiteri mitici

sei già dentro l’happy hour
vivere vivere costa la metà
quanto costa fare finta
di essere una star?

dicono che nasci solo per soffrire
ma se soffri bene vinci il premio
di consolazione
chi non salta l’eccezione è

dicono cge i sogni – sono tutti
gratis – ma son quasi tutti quanti
usati – copriti per bene – che non
ti conviene il mondo qui

Sei già dentro l’happy hour – vivere vivere
costa la metà – quanto costa fare finta
di essere una star ? sei già dentro l’happy
hour – vivere vivere solo la metà
e la vita che non spendi che interessi avrà?

si può però morire vivendo sempre e solo
per sentito dire – si può però morire
per la fame che non hai

dicono che il cielo
ti fa stare in riga
che all’inferno si può far casino
mentre il purgatorio te lo devi proprio infliggere

Sei già dentro l’happy hour – vivere vivere costa
la metà – quanto costa fare finta di essere una star ?
sei già dentro l’happy
hour – vivere vivere solo la metà
e la vita che non spendi che interessi avrà?





Bar Mario – Ligabue

29 07 2010

Informazioni sul testo:

  • Artista ed interprete: Luciano Ligabue;
  • Album: Ligabue; Primo Tempo;
  • Anni di pubblicazione: 1990; 2007;
  • Genere: Rock;
  • Premi vinti: nessuno.

Il testo

BAR MARIO

Il buio arriva ma non e’ troppo spietato
C’e’ qualche stella e’ come un disegno spezzato.
Qualche lampione piccolo lume isolato freddo e perduto.
Le strade vuote non c’e’ neanche il classico cane
Ha vinto ancora signora televisione
Signora o troia agita il culo sembra con intenzione.

Commendatore gioca la carta sbagliata
il suo compagno proprio non l’ha digerita
pero’ sta zitto tanto con lui non si vince mai una partita
Bistecca intanto urla per una primera
e sul suo letto si sta ballando un bolero
sua moglie brucia di febbre di vita e si sta facendo le cure
La guardia si fa un caffe’ e poi se ne va

Mario da’ un colpo di straccio al banco del bar
Mario da’ un colpo di straccio al banco del bar
Mario da’ un colpo di straccio al banco del bar

In quattro stanno sfasciando il bigliardino
fra lui e loro fanno un po’ troppo casino
si alza il grosso che dice: “Muti!” e poi tira via le palline

Il cavaliere torna dalla cavalcata
saluta Mario che chiede “beh, com’è andata”
lui con le dita fa un numero esagerato proprio impossibile
Dice: “Dammene una e segnamela”
Mario sputa e tira fuori i conti del bar
Mario impreca e tira fuori i conti del bar
Mario sbuffa e tira fuori i conti del bar

Il gatto segna il territorio a suo modo
che sia ben chiaro a qualsiasi altro felino
a meno che non sia un bestione violento ed assassino

Si sente un tuono ma è solo rombo che passa
lo stereo a balla cento watt buoni per cassa
il grosso gli urla dove andare e poi gli fa anche la mossa
Tanto rombo domani ripasserà

Mario manda tutti a nanna e poi chiude il bar
Mario manda tutti a nanna e poi chiude il bar
Mario manda tutti a nanna e poi chiude il bar.





Viva! – Ligabue

28 07 2010

Informazioni sul testo:

  • Artista ed interprete: Luciano Ligabue;
  • Album: Buon Compleanno Elvis!; Primo Tempo;
  • Anni pubblicazione: 1995; 2007;
  • Genere: Rock;
  • Premi vinti: nessuno.

Il testo

VIVA!

Questa qua è per te
e anche se non è un granché
ti volevo solo dire
che era qui in fondo a me.
E’ per te che lo sai
di chi sto parlando dai
e ti piacerà un minuto
e poi te ne scorderai.

Perché sei viva, viva così come sei
quanta vita mi hai passato
e non la chiedi indietro mai
e sei viva, viva per quella che sei
sempre pronta, sempre ingorda
sempre solo come vuoi

Questa qua è per te
che non ti puoi spegnere non hai mai avuto tempo devi troppo vivere
è per te questa qua per la tua golosità ti strofini contro il mondo
tanto il mondo non ti avrà

Perché sei viva viva così come sei
quanta vita hai contagiato
quanta vita brucerai
che sei viva, viva per quella che sei
niente rate, niente sconti
solo viva come vuoi

Questa qua è per te e non è niente facile
dire quello che non riesco
mentre tu vuoi ridere

Perché sei viva, viva così come sei
quanta vita mi hai passato
non la chiedi indietro mai
perché sei viva, viva per quella che sei
sempre pronta sempre ingorda
sempre viva come vuoi

Questa qua è per te
che sai sempre scegliere
e io invece non ho scelta
te la devo scrivere.





CANI PAZZI – MARRACASH

27 07 2010

Informazioni sul testo:

  • Artista ed interprete: Fabio Rizzo (in arte Marracash);
  • Album: Fino A Qui Tutto Bene;
  • Anno di pubblicazione: 2010;
  • Genere: Rap;
  • Premi vinti: nessuno.

Il testo

CANI PAZZI

Vedi qui noi abbiamo il pedigree, come i cani,
bullterrier setter road bit, come cani,
e fischio come i cani, già me la vedo faccia in giu, culo in su, non mi stacco più, come i cani.
Tutti i cani pazzi vanno fuori per il,
come il lampo con il tuono e dopo arriva il,
queste cagne vogliono mamamamarracash, giu nel backstage senti il,
schiaffi con i calli come cani,
scacciano se metti assieme due caratteri dominanti,
e non cadiamo sempre in piedi come i gatti,
la ragione e i sentimenti scollegati,
tale padrone e tale cane,
frà chi ci governa fa il suo comodo, il popolo ora è tale e quale,
prima avevo i denti ma non avevo il pane,
ora ho i denti e il pane, ma non ho più fame, come un cane.

Tutti i cani pazzi vanno fuori per il,
ma poi cadono giù, dopo
tutte queste cagne vogliono scoparsi marra,
è tornata roccia music music.(x2)

Sai com è, lavoriamo io e Del, come i cani,
cosi voi ci restate fedeli, come i cani,
un anno brucio sette anni, come i cani,
abbaiano a chi puzza e agli immigrati, come i cani,
e questo è il nostro suono,
e fa
del suono più nuovo in città,
troppo slang questo è solo per chi sa,
ogni mia rima viene ci-ta-ta-ta,
celle come acquari, pescecani, cresce cambi, organizzati in branchi,
niente gratis, nada, perchè se sei buono
qui i randagi poi si imparano la strada di casa,
razza umana addomesticata,
cè chi ti riporta la pallina, e chi invece la snasa,
chi sta con il padrone, e chi va con chi lo sfama,
musi su roccia music è tornata.

Tutti i cani pazzi vanno fuori per il,
ma poi cadono giù, dopo
tutte queste cagne vogliono scoparsi marra,
è tornata roccia music music.(x2)